E se il pacchetto vacanze si rivela un “pacco” e basta?!

Ogni periodo dell’anno è buono per viaggiare: Natale, capodanno, Pasqua, carnevale, Ferragosto, senza contare compleanni e anniversari. Non tutti abbiamo lo stesso stile e se in tanti abbracciano lo zaino per vivere avventure poco, o per nulla, organizzate, in tanti preferiscono, per mancanza di tempo o ricerca di comodità, scegliere di acquistare un pacchetto vacanze.
Non sempre però quanto descritto nel catalogo è equivalente alla realtà dei fatti. Le non citate quote d’iscrizione al villaggio, la tassa di pernottamento, gli abbonamenti per accedere alla piscina o il pagamento extra di sdraio e ombrellone se si desidera trascorrere una giornata sulla spiaggia della struttura, fanno spesso sentire a disagio i villeggianti che però, ovviamente dopo aver letto bene tutte le clausole del contratto prima di partire, possono fare qualcosa per non sottostare a queste sgradite “novità”. Continua a leggere “E se il pacchetto vacanze si rivela un “pacco” e basta?!”